Sei già registrato? Entra oppure Registrati

Sfida a fior di pelle

di CHARLENE SANDS

Lavorare con un vecchio nemico - diventato nel frattempo un rubacuori multimilionario - potrebbe costare molto caro a un’ex ragazza acqua e sapone. Ma per Lisa Mills ottenere quel grande progetto è il sogno di una vita e soprattutto la svolta definitiva della sua carriera. Peccato che, quando si presenta al colloquio, è Matt Sullivan ad aprirle la porta. Fortunatamente lui sembra non riconoscerla anche perché è diventata una bella donna in carriera. ma è solo questione di tempo: che cosa risponderà quando Matt le chiederà un appuntamento?

7
lettura da 3 minuti

Quella notte, Lisa era a letto. La testa poggiata sul cuscino. Si sentiva esausta per la giornata di lavoro intensa, tuttavia il sonno non arrivava. Il suo piano di vendetta su Maverick non si sarebbe mai realizzato, lo sapeva. Non era tagliata per la vendetta. Però non riusciva a non pensare a Maverick Sullivan, proprio non le usciva dalla testa così come non poteva non pensare a quella terribile notte di primavera che aveva influenzato tutto il resto della sua vita.

Il vestito di raso dorato toccava il pavimento. Anche se le cuciture erano state allargate al limite del possibile per via del suo fisico sovrappeso, si era sentita bella in quell’abito. Indossava i gioielli di sua madre: una collana di perle e un paio di deliziosi orecchini di perle. Aveva arricciato i capelli scuri che si allargavano sulle spalle in vaporose onde.

Era stata votata come Regina del Ballo, e le sue amiche le avevano giurato che quella votazione era stata autentica e non una presa in giro perché, in fondo, c'erano persone buone anche nella loro scuola. E lei era stata così sciocca da crederci! Si era avvicinata al podio della palestra con un grande sorriso a illuminarle il viso. Cookie McDonald, regina della Prom, si trovava accanto a Matthew Sullivan, il re nonché avversario del Chesapeake Cougars.

Era stato facile parlare, per lui, un'altra sorpresa per Lisa. Del resto, non l’aveva mai notata prima di allora: lei non era nessuno e lui era Maverick…

"Mi dispiace per lo scherzo", le aveva detto mentre camminavano sul palco.

Era arrabbiato, lo si leggeva negli occhi. I Cougars erano partiti come i favoriti ma avevano perso. Matt scrollò le spalle. "Se Bane non avesse lasciato cadere il mio passaggio, avremmo vinto". Lanciò un'occhiata ai suoi amici che lo osservavano dalla pista da ballo. "Ehi", disse tornando a rivolgersi a lei, "complimenti, sei la Prom Queen!". Lisa sorrise e il cuore cominciò a battere all’impazzata.

"Oh, grazie, complimenti anche a te… per essere stato eletto Re del Ballo, voglio dire."

Matt esitò e lei si chiese se le avrebbe mai chiesto di ballare. Che sciocca! "La Prom è una stupidaggine" disse lui. "Bane dopo dà una festa e la mia ragazza non ci può venire. Ha il coprifuoco presto. Vuoi venirci tu, con me?"

Ancora una volta lo sguardo di lui si posò sui suoi amici e non ebbe modo di vedere Lisa sgranare gli occhi per la sorpresa: Maverick le stava chiedendo di andare a una festa con lui?

"Certo" ribatté lei. Avrebbe capito più tardi la vera ragione di quell’invito...

Un ronzio la riportò alla realtà. Lisa sbatté le palpebre. Prese il cellulare. "Ciao" rispose al telefono in modo automatico.

"Lisa, sono Matt… spero di non disturbarti, a quest’ora."

Come aveva avuto il suo numero? Ah, sì, gli aveva dato il suo biglietto da visita.

"No, non mi disturbi affatto: sono sveglia."

"Sei un animale notturno come me?"

"Direi di sì. Dimmi, che cosa posso fare per te?"

"Molte cose…" La sua voce era dolce, calda. All’improvviso Lisa si sentì svenire dal desiderio che provava di lui. "Prima di tutto, spero che tu possa perdonarmi."

Ogni mercoledì un nuovo capitolo!
< Vai a Capitolo 6 Vai a Capitolo 8 >